Borgo Vione: un nuovo modo di vivere

on

Spazi per stare all’aperto senza muoversi da casa, giardini privati o condominiali, contatto con la natura. In questo periodo di emergenza sanitaria le esigenze delle persone sono cambiate e con loro anche il mercato immobiliare. I più importanti analisti del settore lo dicono con chiarezza: secondo Nomisma, ad esempio, l’impatto della pandemia ha influito non tanto sul numero di compravendite o sui prezzi degli immobili, quanto soprattutto sulla tipologia e sulla qualità delle soluzioni ricercate. Ciò che emerge è una fuga dalla folla del centro città: spesso alla ricerca di spazi più ampi, di una stanza in più, di un fazzoletto di verde. Una tendenza che spinge molti italiani, e milanesi in particolare, a orientare lo sguardo fuori dai grandi centri urbani, alla ricerca di una qualità di vita diversa, migliore.

Le cascine lombarde: tra città e campagna

Milano, in questo senso, offre molte opportunità: a pochi chilometri dal centro le campagne lombarde custodiscono un patrimonio rurale incredibile, fatto di vecchie cascine, talvolta talmente estese da costituire veri e propri borghi. Con il tempo, con la crisi dell’agricoltura e la progressiva urbanizzazione industriale, le cascine si sono spopolate e sono rimaste abbandonate. Ma oggi, proprio nella prospettiva di un ritorno alle origini, il recupero conservativo di questi luoghi sta diventando la risposta alle esigenze di chi cerca un nuovo modo di vivere.

 

 

 

 

Borgo Vione e lo sviluppo orizzontale

A pochi chilometri da Milano, immerso nel parco Agricolo Sud a un km da Humanitas, il centro ospedaliero più moderno e più grande di Milano con la sua Università, Borgo Vione, tra le cascine più grandi della Lombardia, è la meta ideale per chi vuole cambiare stile di vita, allontanandosi dal caos metropolitano. Ben prima che la pandemia accentuasse i nuovi bisogni di chi vive in città, Borgo Vione stava già costruendo la propria filosofia: non solo una fuga da smog, rumore e stress, ma un posto dove vivere bene, in maniera autentica. Unico nel panorama milanese Borgo Vione e’ il futuro che torna alle origini.

Così, mentre la metropoli si sviluppa freneticamente in verticale, con il continuo spuntare di nuovi grattacieli, Borgo Vione propone una visione alternativa e innovativa: quella dello sviluppo orizzontale, portato avanti senza ulteriore consumo di suolo, ma riportando in vita le bellezze di un passato da riscoprire.

Dal 2012, con la prima famiglia che è venuta a vivere al Borgo, ad oggi sono 70 le famiglie, che hanno scelto di vivere in questo ‘Bosco orizzontale’. Milanesi che hanno deciso di lasciare il caos cittadino, ma soprattutto stranieri, che sono sempre i primi ad accorgersi del valore dei gioielli italiani.

Chi decide di vivere a Borgo Vione lascia dunque gli spazi compressi della città, i tanto acclamati boschi verticali, per ripopolare il bosco orizzontale riscoprendo le radici dell’abitare, dove  il luogo esterno non è un accessorio ma è l’essenza stessa del vivere. Avere i propri spazi, sia da godere privatamente che da condividere con chi ci abita accanto: è questa l’esclusività di Borgo Vione.

 

Da antica grangia a comunità immersa nel verde

 

Ex grangia dell’Abbazia di Chiaravalle, una sorta di consorzio agrario fondato su un’organizzazione economica ed amministrativa propria, Borgo Vione è oggi una comunità immersa nel verde. Un vero e proprio piccolo borgo fatto di case ricavate negli antichi edifici originari recuperati, di strade dove non passano auto, di coorti, di giardini condivisi. Gli spazi verdi comuni, che arricchiscono quelli privati, non solo possono ospitare pic nic, barbecue e giochi all’aperto, ma sono anche luoghi in cui recuperare il rapporto con la natura e l’antica vocazione agricola: gli alberi da frutta, ad esempio, a disposizione di adulti e bambini, riallacciano quel legame tra l’uomo e la terra che chi è abituato a vivere in città ha perso. Ed è proprio attorno a questi spazi verdi, alla vita che si crea intorno ad essi, che Borgo Vione rappresenta un moderno e innovativo concetto di comunità: pur nella privacy di ogni abitazione, i residenti di Borgo Vione hanno la possibilità di condividere la propria quotidianità e il proprio tempo libero con gli altri vicini di casa in un concetto di comunione che rispetta la tranquillità e la sicurezza di tutti. Un vero e proprio ritorno alle origini, a pochi, pochissimi chilometri dal centro di Milano.

0 comments
Post a comment